Attività clinica

La Medicina e Chirurgia d’accettazione e Urgenza e Emergenza territoriale (Me.C.A.U.) è una struttura complessa del Dipartimento Emergenza, Rianimazione e Anestesia che opera in collaborazione con le altre strutture che partecipano alla catena del soccorso territoriale e ospedaliera (Soccorso Sanitario 118, Rianimazione, UTIC ecc.) con l’obiettivo di garantire efficienza, efficacia ed appropriatezza degli interventi necessari al malato in pericolo di vita o a rischio di integrità della persona. La MeCAU è articolata nelle seguenti strutture organizzative: Pronto Soccorso, Struttura Semplice Osservazione Breve Intensiva (OBI), Struttura Semplice Centrale Operativa, Soccorso Sanitario e Emergenza Territoriale (118) e Semi-Intensiva multidisciplinare di Medicina d’Urgenza. C’è la possibilità sia per gli infermieri sia per i medici della struttura di svolgere turni in Emergenza Territoriale, in Centrale Operativa, in Pronto Soccorso, in OBI e in Semi-Intensiva di Medicina d’Urgenza. Questa alternanza tra intra ed extraospedaliero permette al personale medico ed infermieristico di mantenere skills adeguate e di avere una continuità tra ospedale e territorio per ciò che riguarda l’emergenza.

Focus: 118

Il soccorso extraospedaliero inserito in contesto orografico come la regione Valle d’Aosta può essere definito molto sfidante ed impegnativo. Lo stesso intervento svolto in un territorio urbano/pianeggiante, con riferimenti ospedalieri multipli e relativamente vicini, svolto nella nostra regione cambia completamente la fisionomia, prevedendo una logistica molto più articolata. L’attività extraospedaliera presso la nostra regione è dunque molto sviluppata e qualificante per il medico soccorritore, che si trova a dover gestire in autonomia scenari complessi sia dal punto di vista clinico che logistico e a mettere in campo avanzate skills tecniche e non tecniche. Inoltre il modello operativo presenta una connotazione per cui è possibile svolgere solo attività extraospedaliera (MET) oppure, appartenendo al servizio di Medicina d’Urgenza o di Anestesia e Rianimazione, attività mista sia intraospedaliera che extraospedaliera.

Parte importante del soccorso nella nostra regione è sicuramente l’elisoccorso: in Valle d’Aosta l’attività è gestita dal Servizio Sanitario Regionale con l’impiego di un elicottero medicalizzato (equipaggio composto da due guide alpine, un medico rianimatore e personale tecnico a bordo). Il servizio è operativo tutti i giorni; la dotazione di un secondo elicottero e di equipaggi disponibili varia a seconda del periodo e delle eventuali necessità.  Per quanto riguarda il soccorso HEMS va altresì detto che , sempre per l’orografia del territorio e la configurazione a fisarmonica di una regione alpina e turistica , è frequentemente utilizzato per evacuare pazienti che, anche se non a rischio di vita , si trovano in luoghi non accessibili alle ambulanze.

Focus: Pronto Soccorso, OBI e Medicina d’Urgenza

Il Pronto Soccorso, con il supporto dei diversi specialisti presenti nell’ospedale, svolge attività di soccorso urgente e non programmabile nei confronti dei pazienti che vi accedono. Si configura come sede di DEA di 1° livello avanzato di Ospedale unico Regionale, per la presenza di Medico accettante unico di Pronto Soccorso, che gestisce l’emergenza urgenza medica, chirurgica e traumatologica. Sono presenti i PS Traumatologico, Pediatrico e Ginecologico autonomi, per patologie specialistiche a bassa complessità. In Pronto Soccorso è presente un Triage avanzato con percorsi Fast Track e di pregestione infermieristica. Il reparto OBI – Medicina d’Urgenza è dotato di 10 posti letto monitorizzati. Le attrezzature e le tecnologie sono di ultima generazione e l’azienda da la possibilità di rinnovare quelle vetuste in tempi brevi (Monitor ECG multiparametrici con possibilità di rilevazione pressione cruenta, Telemetrie, Defibrillatori, Ventilatori per NIV, caschi e maschere W.F. per CPAP, dispositivi per alti flussi, ecografi di ultima generazione)

Certificazioni, formazione e
partnership

La Struttura è parte integrante della rete formativa della Scuola di Specialità di Medicina d’Emergenza e Urgenza dell’Università di Torino. In questo ambito svolge attività formativa e di tutoraggio degli specializzandi MEU assegnati in tutti gli ambiti in cui opera, oltre che degli specializzandi di altre Scuole di Specialità e dei medici del corso di Medicina Generale che devono svolgere il tirocinio in Pronto Soccorso. Garanzia di formazione continua con corsi obbligatori periodici, forniti dall’Azienda, per tutte le figure professionali della Struttura (BLSD, PBLSD, PHTC, Corso Guida Sicura Ambulanze, Corso teorico pratico utilizzo presidi di mobilizzazione e immobilizzazione atraumatica, PHTLS, Corso Triage, Corso NIV, ACLS, PALS, ATLS). All’interno della Struttura è presente l’Ambulatorio per lo studio della Sincope, certificato GIMSI. Partecipazione come S.C. Me.C.A.U. della Valle d’Aosta al Protocollo di Studio: “Valutazione e miglioramento della qualità della cura nelle unità di Terapia Semintensiva” del Gruppo Italiano FENICE per la Ricerca Clinica in Medicina d’Urgenza, appartenente all’Istituto di Ricerca Mario Negri di Milano.

Dipartimenti