Attività clinica

La Struttura è attiva in tutti i campi di applicazione della fisica ospedaliera, che vanno dall’utilizzo delle radiazioni ionizzanti a fini diagnostici e terapeutici fino a quelli inerenti i campi elettromagnetici, passando per le radiazioni ottiche coerenti e non coerenti. Sul tema delle radiazioni ionizzanti è particolarmente attiva, elaborando circa 450 piani di trattamento radioterapici all’anno e provvedendo a mantenere ed assicurare gli standard di qualità dell’acceleratore per radioterapia, degli apparecchi del reparto di Medicina Nucleare, degli apparecchi per radiodiagnostica presenti in entrambi i Presidi Ospedalieri, nei poliambulatori e nei centri traumatologici presenti sul territorio, con oltre 8000 controlli di qualità all’anno. È inoltre attiva nell’assicurare la radioprotezione del paziente, fornendo le stime di dose anche per le pazienti in gravidanza, e la radioprotezione dei lavoratori, dando supporto al Direttore Generale nelle attività di sorveglianza fisica, potendo infatti contare sulle competenze di Esperti di Radioprotezione di III grado, titolo conseguito con il superamento di un esame ministeriale.

In tale ambito offre la propria consulenza nel contesto dei processi autorizzativi connessi all’utilizzo delle radiazioni ionizzanti. Per quanto concerne i campi elettromagnetici, assicura le attività di Esperto Responsabile della Risonanza magnetica, vigila sugli standard di qualità degli apparati RMN installati e sui loro dispositivi di sicurezza, e fornisce il proprio supporto al Servizio di Prevenzione e Protezione nella valutazione del rischio per i lavoratori relativo alle sorgenti presenti in azienda. Fornisce il proprio contributo al Servizio Prevenzione e Protezione per le valutazione del rischio correlato all’utilizzo delle sorgenti ottiche non coerenti e all’addetto sicurezza laser per le sorgenti ottiche coerenti. Tutte le attività sono svolte in collaborazione con i Tecnici Sanitari di Radiologia Medica, esperti, afferenti alla struttura.

Tecnologie

La Struttura è in grado sia di fornire piani di trattamento con sistemi di inverse planning, come quello attualmente in dotazione all’AUSL, sia di forward planning, oltre ad essere a conoscenza dei più recenti avanzamenti negli apparecchi per 3DCRT, IGRT e Tomoterapia in particolare. Analogamente è all’avanguardia per quanto concerne gli esami e le apparecchiature di Medina Nucleare, avendo tra l’altro appena provveduto all’aggiornamento del nulla osta autorizzativo per comprendere le pratiche con lutezio177 e attinio225. Tale autorizzazione consente di ampliare il panorama delle terapie e dei tipi di esami che la Medicina Nucleare, afferente al Dipartimento. Supporta il medico radiologo nella gestione del programma di garanzia della qualità, previsto dalla normativa vigente, D.Lgs 101/20, relativo alle apparecchiature presenti nelle radiologie presenti nei Presidi ospedalieri e territoriali. In particolare nelle metodiche ad alta dose , CT e Angiografia, si utilizzano Protocolli dedicati per la riduzione della dose ottimizzati per dare al paziente la minor dose possibile garantendo al contempo esami con elevato contenuto diagnostico. La presenta di Esperti Responsabili per la sicurezza in RM garantisce il mantenimento degli standard clinici e di sicurezza nelle risonanze.

Per assolvere a queste necessità ha ovviamente le competenze più avanzate nell’utilizzo dei software dedicati all’elaborazione delle immagini , comprese tecniche avanzate, in via di sviluppo, quali la radiomica.

Attività scientifica
e ricerca

Il gruppo vanta una vasta attività scientifica in termini di pubblicazioni su riviste di settore, sia come gruppo già formato sia nell’individualità dei singoli componenti durante esperienze precedenti. Sono inoltre attive diverse collaborazioni con aziende ospedaliere piemontesi e con gruppi di lavoro nazionali e internazionali. Tutto ciò consente, di concerto con le altre

Strutture del Dipartimento, di mettere in atto metodiche terapeutiche e diagnostiche di avanguardia. La S.S.D. Fisica Sanitaria inoltre è sede convenzionata con l’Università degli Studi di Torino per quanto riguarda il

Corso di Laurea in Fisica (svolgimento di tesi triennali e magistrali) e per la Scuola di Specializzazione in Fisica Medica (sede di tirocinio formativo e sede di lezioni pratiche).

Attività sul
territorio

La S.S.D. Fisica Sanitaria è molto attiva su tutto il territorio regionale. Grazie ad essa si mantengono attivi i poliambulatori di Donnas e Morgex che consentono, rispettivamente agli abitanti della bassa e dell’alta Valle, di ricevere prestazioni di natura radiologica senza dover affrontare un viaggio potenzialmente scomodo e debilitante. Altra attività necessaria è la gestione dei centri traumatologici dislocati presso le sei più importanti stazioni sciistiche della Regione. La stagione sciistica costituisce una componente molto importante dell’economia regionale, pertanto l’offerta di servizi ad essa correlati non può trascurare la presenza di centri di primo soccorso dedicati ai turisti e ai lavoratori, le cui apparecchiature necessitano di costanti verifiche di qualità. Inoltre, è in essere una convenzione tra l’Azienda USL della Valle d’Aosta e ARPA Valle d’Aosta, per cui la prima fornisce il servizio di Radioprotezione mediante Esperto Responsabile in forza alla S.S.D. Fisica Sanitaria. La Fisica Sanitaria, infine, sta avviando progetti di collaborazione con le scuole del territorio per attività di tutoraggio e di approfondimento sulla Fisica e, in particolare, su quali fondamentali applicazioni trova in una realtà ospedaliera.

Certificazioni e
partnership

Il personale dirigente e tecnico dell’équipe della S.S.D. Fisica Sanitaria è attivamente impegnato in diverse società scientifiche nazionali ed internazionali, in particolare vi è una proficua collaborazione con l’Associazione Italiana di Fisica Medica e Radioprotezione (AIFM), società scientifica di riferimento nazionale, di cui sono membri e presenti nel direttivo interregionale Piemonte e Valle d’Aosta, che promuove costantemente iniziative di aggiornamento su tematiche tecnologiche, metodologiche e legislative. Sono inoltre affiliati alla Federazione delle Associazioni Scientifiche dei Tecnici di Radiologia (FASTeR) e collaborano con i gruppi di studio Nazionali di Fisica Medica. Gli specialisti in Fisica Medica sono iscritti all’albo nazionale degli Esperti in Radioprotezione di III° e fanno parte dell’Associazione Nazionale Professionale degli Esperti Qualificati (ANPEQ).

Dipartimenti