Attività clinica

La S.C. di Medicina Nucleare è l’unica Medicina Nucleare di tutta la Valle d’Aosta e costituisce il punto di riferimento per una popolazione di circa 125.000 abitanti; il centro, inoltre, accoglie numerosi pazienti provenienti dalle altre regioni italiane, specie per alcune metodiche, come la PET/TC con 68Ga-PSMA (un tracciante innovativo per il tumore della prostata) e 68Ga-DOTATOC nello studio dei tumori neuroendocrini.

Nel centro si effettuano sia esami di Medicina Nucleare “tradizionale” che esami PET/TC. Gli studi PET/TC comprendono: 18F-FDG total body, sia in ambito oncologico che per lo studio di infiammazioni/infezioni; 18F-FDG cerebrali per lo studio di disturbi neurodegenerativi; 18F-Flutemetamolo e 18F-Fluorbetaben come studio complementare in patologie neurodegenerative cerebrali; 18F-DOPA per lo studio di feocromocitomi/paragangliomi, di altri tumori neuroendocrini e cerebrali;

18F-Colina per lo studio degli iperparatiroidismi; 68Ga-DOTATOC nello studio dei tumori neuroendocrini; 68Ga-PSMA nella stadiazione della neoplasia prostatica ad alto rischio e nello studio delle recidive della malattia.

In ambito oncologico vengono effettuati trattamenti con radiofarmaci alfa-emittenti in pazienti affetti da metastasi scheletriche da carcinoma prostatico, trattamenti con 90Y- microsfere di pazienti affetti da tumori epatici primitivi e da metastasi epatiche da adenocarcinoma del colon-retto; nel breve termine il nostro centro sarà inoltre in grado di effettuare il trattamento dei tumori neuroendocrini con 177Lu-DOTATATE. I medici partecipano attivamente alle riunioni interdisciplinari per gruppi di patologie (GIC), specie in campo oncologico.

Tecnologie

La Medicina Nucleare di Aosta dispone di una gammacamera SPECT/TC a doppia testata, un tomografo PET/TC digitale, di ultima generazione, un densitometro osseo (DEXA) e tre sonde per chirurgia radioguidata, oltre a strumentazioni varie di misura per controlli radiometrici. Nella struttura è inoltre presente una Radiofarmacia, conforme alle norme di buona preparazione dei radiofarmaci (NBP), provvista di due celle di manipolazione in ambiente sterile con flusso laminare in classe A, un isolatore per marcature cellulari, un modulo di sintesi semiautomatica per le marcature di radiofarmaci con Gallio e con altri radionuclidi per terapia.

La struttura è dotata inoltre di sistemi di “treatment planning”, comprensivi

di tecnologia per la fusione di immagine (TC-PET), che consentono una

definizione molto precisa dei volumi di trattamento radioterapico (BTV), permettendo di aumentare la dose al target e di ridurre quella agli organi sani circostanti, diminuendo di conseguenza il rischio di tossicità correlata.

Attività scientifica
e ricerca

Il centro è impegnato in attività di ricerca all’interno di società scientifiche e gruppi di studio nazionali ed internazionali, dalla quale deriva la partecipazione a protocolli di ricerca multicentrici nazionali ed internazionali retrospettivi e prospettici, come nell’elaborazione di protocolli di ricerca per l’utilizzo della terapia con 177Lu-PSMA e 225Ac-PSMA in pazienti con neoplasia prostatica metastatica castrazione resistente. La struttura, inoltre, collabora con professionisti di diverse specialità sia in ambito regionale che extra-regionale con richiamo di pazienti dalle regioni limitrofe.

Attività sul
territorio

Presso la S.C. di Medicina Nucleare dell’Ospedale Parini di Aosta

vengono visitati ambulatorialmente pazienti affetti da ipertiroidismo, eventualmente candidabili a trattamento con 131I

NaI. Viene inoltre garantito il follow-up clinico post-trattamento

con prescrizione degli esami di laboratorio da effettuare, eventuali terapie e visite specialistiche.

L’attività ambulatoriale è inoltre effettuata per pazienti con metastasi scheletriche sintomatiche da carcinoma della prostata, per l’eventuale trattamento con alfa-emittenti. Anche

per tali pazienti è garantito il follow-up post-terapia.

Si sta inoltre predisponendo un ambulatorio per la presa in carico di pazienti candidati a trattamento con 177Lu

Certificazioni e
partnership

Il personale medico e tecnico dell’équipe di Medicina Nucleare è attivamente impegnato in diverse società scientifiche nazionali ed internazionali, in particolare vi è una proficua collaborazione con l’Associazione Italiana di Medicina Nucleare (AIMN), l’European Association of Nuclear Medicine (EANM), l’Associazione Italiana di Fisica Medica (AIFM), l’Associazione Italiana di Radioterapia e Oncologia clinica (AIRO), il Gruppo Interdisciplinare Chimica dei Radiofarmaci (GICR), la Federazione delle Associazioni Scientifiche dei Tecnici di Radiologia (FASTeR) oltre che con i gruppi di studio per i tumori della tiroide e per i tumori rari e sarcomi della Rete Oncologica del Piemonte e Valle d’Aosta.

Dipartimenti