Attività clinica

Presso la SSD di Radioterapia dell’Ospedale Parini di Aosta, che rappresenta l’unica Radioterapia di tutta la Valle, sono annualmente trattati una media di 400 pazienti oncologici su un bacino totale di utenze nella nostra Regione di 120.000 abitanti. Qui vengono trattati pressoché tutti i tipi di tumori, tra i quali più frequenti il tumore della mammella, quello della prostata e altre neoplasie urologiche, del retto, le neoplasie ginecologiche e i tumori del testa-collo.

In particolare la nostra Radioterapia è l’unica nella macro-area nord-occidentale del paese, insieme ad un unico centro in Piemonte, dove viene eseguito il trattamento del tumore della prostata mediante ultra-ipofrazionamento estremo o radioterapia stereotassica (SBRT), che prevede l’effettuazione della terapia in sole 5 sedute, anziché le classiche 36-38 previste con un trattamento convenzionale. Inoltre è l’unico centro con elevatissima esperienza nel trattamento mediante tecnica stereotassica (con numero di massimo 3 sedute) di lesioni di tipo linfonodali od ossee nel paziente in stadio oligometastatico.

Infine, il centro di Radioterapia ha un’esperienza consolidata nell’esecuzione di trattamenti mediante ipofrazioamento moderato, che consente di eseguire complessivamente in un tempo più breve il ciclo di radioterapia per i diversi tipi di tumore, in particolare per il tumore della mammella dove, rispetto alle classiche 30 sedute, sono previste dalle 5 alle 15 sedute.

Tecnologie

Nel Reparto è disponibile una delle più moderne e versatili unità di trattamento, la Tomoterapia elicoidale, che permette l’esecuzione di trattamenti molto complessi e di elevata precisione, consentendo di erogare una dose ad altissima conformazione, mediante tecnica volumetrica elicoidale (IMRT volumetrica), e, nel contempo, permettendo di controllare quotidianamente la correttezza nel puntamento del trattamento mediante un sistema di Image Guided Radiotherapy (IGRT). La sua versatilità è legata alla possibilità di trattare con facilità sia tumori che richiedono l’irradiazione di volumi anche molto estesi (come il tumore della prostata ad alto rischio, i tumori della testa e del collo, le neoplasie ginecologiche, i tumori del retto), mediante la tecnica del “simultaneous bost”, sia piccoli tumori (come piccole neoplasie del polmone, tumori della prostata a basso rischio recidive linfonodali od ossee, metastasi cerebrali) mediante la tecnica stereotassica. La struttura è dotata inoltre di sistemi di ”treatment planning” comprensivi di tecnologia per la fusione di immagine (TC, RM e TC-PET) che consentono una definizione molto precisa dei volumi di trattamento, permettendo di ridurre notevolmente la dose agli organi sani, circostanti al tumore, riducendo conseguentemente il rischio di tossicità correlate.

Attività scientifica
e ricerca

I medici dell’équipe vantano un’esperienza in ricerca oncologica e una competenza attestate da oltre 150 pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali e internazionali con elevato “impact factor”.

Inoltre, da un’intensa attività scientifica all’interno delle diverse società e dei gruppi di studio derivano, da una parte, la partecipazione a diversi protocolli di studio multicentrici, sia retrospettivi che prospettici nazionale che internazionali, e dall’altra un’importante rete di contatti interregionali con professionisti di diverse specialità, che porta a un notevole afflusso di pazienti extra-regione verso il Centro (mobilità attiva). La struttura è Principal Investigator o partecipa a numerosi studi clinici e di ricerca, per cui si rimanda al link http://www.ausl.vda.it/datapage.asp?id=828&l=1 per l’elenco completo.

Attività sul
territorio

La SSD di Radioterapia di Aosta rappresenta l’unica Radioterapia di tutta la regione, costituendo il riferimento per una popolazione pari a circa 125.000 abitanti. Essa rappresenta inoltre un polo di attrazione anche per i pazienti provenienti dalle regioni vicine, in particolare dal Piemonte e la Liguria. Attualmente la struttura si attesta su percentuali di mobilità attiva intorno al 33-35% dei pazienti trattati. La particolarità dei trattamenti offerti, le caratteristiche tecnologiche dell’apparecchiatura disponibile, la partecipazione ad un gran numero di attività scientifiche nazionali e internazionali, i rapporti scientifici con Centri di eccellenza di Radioterapia sia a livello nazionale che Europeo e la preparazione scientifica del Direttore della struttura, il Dottor Fernando Munoz, in quanto “opinion leader” della patologia uro-oncologica, si traducono in una offerta di alta qualità e di particolare attrattività nei trattamenti oncologici sia per pazienti oncologici all’interno della comunità regionale che per pazienti extra-regionali.

Certificazioni e
partnership

I medici dell’équipe di Radioterapia sono attivamente impegnati in attività scientifiche all’interno delle diverse società, sia nazionali che europee, tra le quali l’AIRO (Associazione Italiana di Radioterapia Oncologica), la SIURO (Società Italiana di Uro-Oncologia), l’AIOCC (Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica), l’ESTRO (European SocieTy for Radiotherapy and Oncology), SEOR (società espanola di oncologia radioterapiaca), oltre che nei gruppi di studio della Rete Oncologica del Piemonte e Valle d’Aosta. In particolare, il Direttore del Reparto, dottor Fernando Munoz, è componente del Comitato Scientifico (CTS) istituito a supporto dell’Autorità Centrale di Coordinamento della Rete Oncologica del Piemonte e della Valle d’Aosta, oltre che essere membro del comitato scientifico della Fondazione per la Ricerca sul Cancro della Valle d’Aosta.

Dipartimenti