Attività clinica

La SSD Terapia del dolore si occupa della diagnosi e della cura del dolore cronico oncologico e non oncologico, di tipo neuropatico, nocicettivo e nociplastico (fibromialgia), centro di riferimento regionale per la diagnosi e cura della Fibromialgia e Centro erogatore di terapie a base di Cannabis Medica. Essendo Hub regionale, vengono eseguite terapie di 2-3 livello per la terapia di dolori non altrimenti trattabili quali impianti di stimolatori midollari, periferici o del ganglio della radice dorsale, impianto di pompe sottocutanee per l’erogazione di farmaci per via intratecale, trattamento a RF per la denervazione delle faccette articolari e per le neuropatie periferiche e centrali (ganglio di Gasser, n. glossofaringeo, ganglio sfenopalatino), trattamenti intradiscali per discopatie degenerative ed ernie. Vengono altresì eseguite infiltrazioni intrarticolari delle ginocchia, delle spalle, delle anche (sotto guida ecografica), delle sacroiliache (sotto guida fluororscopica). Per il dolore muscolo scheletrico, le cefalee e i pazienti oncologici sono effettuate sedute di agopuntura, sia classica che mediante l’innovativa stimolazione dei punti agopunturali con trigger drop.

Tecnologie

L’attività interventistica si svolge in una sala operatoria condivisa in cui si utilizza, in autonomia, un fluoroscopio digitale dedicato. In condivisione con un altro reparto è anche a disposizione un ecografo portatile. Presente inoltre una colonna video dedicata per l’effettuazione di periduroscopie. La struttura posiziona stimolatori midollari di ultima generazione, RNM compatibili, ed elettrodi sia midollari che gangliari che periferici e pompe intratecali elettroniche, entrambi gestiti da remoto mediante tablet in dotazione che ne consentono la programmazione. A disposizione, in comodato d’uso, un apparecchio a Radiofrequenza Codman per tutte le tecniche a RF/RFP su nervi centrali e periferici, gangli e disco intervertebrale. Inoltre, sono presenti un apparecchio PENS Biowave per il trattamento del dolore neuropatico e un apparecchio per discectomia percutanea.

Attività scientifica
e ricerca

Al momento è in corso uno studio osservazionale sull’utilizzo del trigger drop nella spalla dolorosa ed è già stata condotta una indagine multicentrica sull’uso del tapentadolo nell’anziano. La Struttura inoltre è inserita in diversi studi multicentrici sull’uso degli oppioidi e sulla DRGs.

Attività sul
territorio

L’utilizzo delle tecnologie di cui sopra consente alla popolazione valdostana di ottenere cure di 2-3 livello per il dolore che altrimenti potrebbero essere erogato solo fuori regione.

La tecnologia da sola non basta però. Il knowhow necessario al suo utilizzo è frutto di un costante processo di aggiornamento e di pratica, culminato con il riconoscimento internazionale della preparazione interventistica del Direttore mediante l’esame teorico/pratico sostenuto presso il World Institute of Pain. La Struttura è inoltre centro specializzato nella diagnosi e nella cura della Fibromialgia, per cui è prevista inoltre l’attivazione di un registro per la sorveglianza epidemiologica della sindrome fibromialgica, con finalità di ricerca e di studio.

Certificazioni e
partnership

Il Servizio è affiliato a diverse società scientifiche: Federdolore, organismo che raggruppa i maggiori Centri di terapia del Dolore italiani con lo scopo di promuovere azioni comuni e condividere protocolli e linee guida; WIP-IC (World Institute of Pain – Italian Chapter), società scientifica che certifica i terapisti de dolore interventisti e promuove una cultura del dolore univoca tra gli specialisti; ISAL (Istituto di Scienze Algologiche) che organizza corsi e workshop di Terapia del dolore a livello nazionale; INS-IC (International Neuromodulation Society – Italian Chapter) società che sviluppa lo studio e l’applicazione delle tecniche di neuromodulazione chimica ed elettrica.

Dipartimenti